Dopo un incendio rimane sfigurata, il marito l’abbandona. Tutti la guardavano come fosse un mostro – Poi la sua reazione e il cambiamento.

Advertisement

Il 30 settembre 2016, Courtney Waldon vede la sua vita cambiare completamente. Era giovane, sposata da poco più di due mesi con l’uomo che amava ed era anche diventata mamma di una splendida bambina. Purtroppo, un incidente domestico, le cambia la vita: stava alimentando un falò con della benzina ma qualcosa è andato storno. Le fiamme si sono velocemente propagate, provocandole ustioni gravissime. Aveva solo 27 anni.

Courtney, neomamma di Tallapoosa, Georgia, ha visto il suo corpo ricoprirsi di ustioni per il 40%. Anche il suo viso era orribilmente sfigurato dalle fiamme. Ecco cosa ha dichiarato dopo l’incidente: “Ero una bella ragazza, appena sposata, con una vita invidiabile… Da un momento all’altro mi sono ritrovata in un incubo: riesco a stento a vestirmi da sola, ho bisogno di essere assistita per qualunque cosa, e devo re-imparare tutto da capo. Non sapevo più neppure camminare. È stato difficile accettare quello che è successo. La prima volta che mi sono vista allo specchio mi sono sentita male e sono quasi svenuta. La gente, poi, mi guardava come fossi un mostro”.

Advertisement

Courtney ha subito diversi innesti cutanei, sette interventi chirurgici e ha trascorso ben 51 giorni in ospedale, reparto ustionati. Necessita ancora di circa altri dodici interventi chirurgici. Due settimane dopo la fine del ricovero, il marito di Courtney decise di lasciare per sempre lei e la figlia di 4 anni, Caroline. Ecco come ha vissuto l’abbandono Courtney: “È stato come prendere uno schiaffo in faccia. Ho cercato di implorarlo di tornare a casa, ma mi ha detto che non riusciva a gestirmi… In certi momenti ho avuto veramente voglia di mollare tutto, ma dovevo pensare a mia figlia. È lei il mio vero sostegno”.
Ovviamente, Courtney non lavorava quindi non poteva permettersi di crescere la bimba da sola. Per via delle ustioni alle mani, non era in grado di fare molti lavori.

Per pagarsi le cura, Courney ipotecò la casa e finì presta per doverla lasciare. Caroline divenne a tutti gli effetti una senza tetto. Quando la comunità locale e la chiesa hanno saputo della sua storia tutti hanno comunicato a raccogliere fondi per aiutarla. Un gesto di grande umanità che ha reso meno triste e infernale la vita della ragazza. Tutti possiamo fare qualcosa per Courtney, basta donare una piccola somma alla campagna di GoFundMe attivata per lei. Ecco il messaggio lanciato dalla madre di Courtney: “Siamo alla disperata ricerca di fondi per pagare tutte queste spese mediche in continuo aumento”.

Speriamo che presto la sua vita ritorni ad essere meravigliosa e piena di speranza.

[Fonte consultata: Littlethings]