Questo ragazzino di 13 anni ha il braccio completamente tatuato. Il gesto del padre è stato ritenuto inaccettabile.

 
Condividi con i tuoi amici

I tatuaggi dovrebbero essere presi sul serio. Sono modificazioni che interessano il corpo, per sempre, non dovrebbero essere mai fatti per scherzo, per prova o chissà per quale altro strano motivo. Chi fa un tatuaggio, oltre ad essere maggiorenne, dovrebbe sapere che si tratta di un disegno sul corpo che lo accompagnerà per il resto della vita. La consapevolezza prima di tutto. Certo è vero, esistono dei modi per cancellarli, ma sono trattamenti delicati e profondamente costosi.

Quello che vediamo in questa foto è un ragazzino di 13 anni, che qualche hanno fa, è stato tatuato dal padre, un tatuatore di talento. Il ragazzino aveva questo desiderio e il padre lo ha “esaudito”. Ciò che ha fatto questo padre però, è stato ritenuto inaccettabile. A 13 anni i ragazzini stanno affrontando la pubertà, è un momento delicato di crescita, i giovani in questo periodo della loro vita sono in continua metamorfosi, cambiano loro, cosi come cambiano le loro idee in modo repentino. Ragion per cui quello che ha fatto suo padre è fuori da ogni logica.

Normalmente un padre avrebbe detto di no alla richiesta del figlio, ma in questo caso è andata in un altro modo. Il ragazzino si è fatto tatuare l’intero braccio con diverse figure.

Anche i professionisti del settore, hanno criticato questa scelta. Secondo l’esperta, Tinta na Pele, è impensabile una cosa del genere. Infatti il bambino a 13 anni tenderà ancora a crescere e anche la sua pelle continuerà ad estendersi.

Gli esperti di Body art fanno notare che pur se inizialmente il tatuaggio di questo ragazzo può sembrare bello, presto cambierà, i disegni si deformeranno e i colori cambieranno, sarà una conseguenza logica dovuta alla crescita.

Insomma il padre di questo ragazzo non ha, affatto, considerato gli aspetti psicologici e di crescita, fondamentali prima di fare un tatuaggio, non ha proprio pensato ai problemi che avrebbe potuto causare con quel tatuaggi. Chissà se il figlio appena crescerà sarà contento di quel disegno, un po’ allungato e deforme e gli è rimasto sul braccio.

[Fonte consultata: Jornal Ciencia; Parfait;]